вторник, 9 октября 2007 г.

sottobosco: IL BAGNO DEGLI DEI

Estratto dal diario di una tecnica informatica inconsapevole. Ieri giornata campale al lavoro. È iniziata la stagione dei cali di corrente, di solito in questo periodo il quadro elettrico decide che al lunedì mattina non ci ha tanta voglia di lavorare e non c'è verso di far stare l'interruttore in posizione "on". Scatta sempre.
Purtroppo, questa volta, è scattato ben due volte mentre i server si stavano riavviando; il che ha mandato in pappa windows. Anche se avevo tutte le copie dei dati aggiornatissime (^____^ ghe!) non è bello quando il server dove ci sono tutti i programmi e gli archivi va in schermo blu ancora prima di accedere al sistema operativo.
Fortunatamente l'ex-tecnico informatico ci è venuto in aiuto e (quasi) tutto si è risolto. Il problema della schermata blu è sparito misteriosamente da solo quando sono riuscita ad entrare utilizzando la "modalità provvisoria" ma nel frattempo Zeus ed Hera si erano scambiati fra loro, non so come, gli indirizzi IP e per quello non sapevo dove mettere le mani.
Ora i server sono in linea e, escludendo il piccolo dettaglio che il programma principale utilizzato dall'Ufficio della Gestione è andato completamente in pappa, si riesce più o meno a lavorare.
Però ho perso un'intera mattinata nel gabinetto del server a tentare di capirci qualcosa, e quando dico gabinetto non è una metafora:



Ecco qui (a destra) Hera e (a sinistra) Zeus. Quelli al centro sono i nostri due poveri gruppi di continuità sfiatati che, in mancanza di corrente, riescono a tener botta per ben dieci minuti. Forse dovrei dare un nome anche a loro: pensavo qualcosa tipo Tantalo e Prometeo, per via del supplizio, visto che devono dare energia a quattro server contemporaneamente.
Nello stanzino ci sono in tutto cinque server: Zeus, Hera, Athena, collegati in rete fra loro (il nome della rete è ovviamente Olimpo); Marte, tutto solo soletto e a parte ma che gestisce i computer di ben due aule; e un altro server non nostro ma di un altro ente, in quanto abbiamo il gabinetto in comproprietà, che si chiama... Zeus, di nuovo (il nostro ex-tecnico informatico ammette di non avere molta fantasia.)
Potrei aggiungere che lo stanzino ha il condizionatore che non funziona, il vetro della finestra rotto e la lampadina della luce fulminata, ma visto che una serie di sfighe del genere, pur essendo vere, non sono credibili, ho deciso di non aggiungerlo.
:-:

Комментариев нет: